Cielo

guarderai il cielo e sarai degno
di non sentirlo gravare sulla vita come un impegno
fidati del fardello che in ogni caso è il tuo destino
quello pieno delle stelle che pensavi di guardare senza nessuno vicino
quello che brucia nel fuoco con cui ti riscaldavi senza camino
quello che ti pesa sempre tranne durante il cammino

e perdonati per gli sbagli che non hai commesso
perchè quei sogni cattivi, annodatisi all’irripetibile,
sono l’unico compromesso

IMG_5923.PNG

16 pensieri su “Cielo

    • Esatto! Fondamentalmente io mi capisco… Non sono poi così complicata come mi sforzo di essere per proteggermi, magari ! Grazie per essere passata a leggermi ❤

      "Mi piace"

  1. Che scrivi bene te lo hanno detto tutti , un blog può aiutarti a migliorare è un’ottima palestra. Nel contesto di questi versi mi spiegheresti meglio se puoi e vuoi il significato degli ultimi versi
    ” perchè quei sogni cattivi, annodatisi all’irripetibile,
    sono l’unico compromesso” ? Soprattutto l’annodarsi sull’irripetibile.
    Ciao e grazie.

    "Mi piace"

    • Innanzitutto ti ringrazio tantissimo!
      Per quanto riguarda gli ultimi versi il ‘concetto’ a cui volevo rimandare è quel senso di amaro lasciato magari da un passo che non hai compiuto (in qualsiasi direzione) perchè lo ritenevi sbagliato. E nel mio caso, quel senso di amaro si è trasformato in sogni terribilmente fastidiosi che mi riempivano di rimpianti e rimorsi. Riguardo invece l’annodarsi all’irripetibile… Beh, volevo sottolineare lo stretto legame che c’è tra il sogno e ció che ho perso l’occasione oppure non ho avuto intenzione di fare, che quindi non tornerà, non si ripresenterà mai. E… questi piccoli e frantumati cocci del mio … non agire, giustificato o meno, sono tutto ció che mi rimane. Faccio fatica a spiegarmi per bene la maggior parte delle volte… spero peró che il pensiero sia giunto a te anche se con ‘la fatica’ causata dal caotico ragionamento… Un abbraccio

      "Mi piace"

      • Prego signorina non c’è di che, mi hai chiarito e sì hai una certa tendenza a ingarbugliare le cose.
        Senza voler apparire quello che sono, un vecchio trombone, ti consiglio di lasciare correre le emozioni sulla tastiera, poi fermarti e rileggerle. Se ti riconosci pubblica altrimenti attendi: Un blog è un mondo completamente diverso da FB. Ciao

        "Mi piace"

      • Mi riconosco sempre nel caos! E’ proprio quello il punto… 🙂 ma accetto il consiglio e metto in pratica. Ciao e grazie per essere passato

        "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...